FANDOM


Tekken logo videogame

Tekken è una serie di giochi picchiaduro 3D sviluppati e pubblicati da Namco. Originalmente creato per piattaforma Arcade, esistono versioni per varie piattaforme, ossia PlayStation, PlayStation 2, PlayStation Portable, PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360 e Mobile.

Due giochi sono stati considerati tra i migliori giochi di tutti i tempi e la serie è al secondo posto nella categoria dei migliori giochi picchiaduro oltre ad essere la serie di giochi picchiaduro più venduta nel mondo.[1]

Storia Modifica

Tekken Modifica

Tekken white background
Dopo che Heihachi Mishima aveva buttato il figlio Kazuya da una scogliera con appena cinque anni per sbarazzarsene, quest'ultimo tornò dal padre molti anni dopo, dopo essere diventato più forte e più grande. L'Azienda di Heihachi, sotto comando di lui stesso, la Mishima Zaibatsu, annunciò sotto ordine del presidente un torneo di arti marziali chiamato The King of The Iron Fist, ossia Tekken. Heihachi, sapendo che Kazuya si sarebbe iscritto per vendicarsi, lo annunciò per testare la potenza del figlio. Dopo che Kazuya, arrivato alla finale del torneo, grazie alla sua forza sovrumana dovuti ad innaturali poteri demoniaci, sconfisse il padre, prendendo il suo posto di presidente della Mishima Zaibatsu. La mercenaria a servizio di Heihachi, Nina Williams, fu mandata via col suo compito fallito, cioè quello di proteggere Heihachi.

Tekken 2 Modifica

Tekken 2

2 anni dopo: Modifica

Dopo che Kazuya prese il posto di capo della Mishima Zaibatsu, tre nuove guardie al suo servizio presero il posto di proteggerlo.[2] Kazuya cominciò a fare sperimenti scientifici, grazie alla tecnologia avanzata della sua nuova azienda, ma facendo i test sugli animali. Un esperto agente della WWWC, un'associazione di protezione animali e ambiente, di nome Jun Kazama, fu inviata ad investigare. Nel frattempo, Kazuya annunciò il secondo torneo Tekken, dove Jun si iscrisse senza indugio per arrestarlo. Durante il torneo (non si sa come) Jun e Kazuya condivisero sentimenti romantici l'uno per l'altra. Fatto sta che Jun possedeva strani poteri angelici al contrario di Kazuya. Jun, sentendo che Kazuya era posseduto da Devil, risvegliò un'antica entità, Angel, per combattere Devil. Allora, Kazuya cominciò ad avere uno sdoppiamento di personalità, e ciò fece sì che lui si indebolisse e fu facile avversario di Heihachi, che recuperò la Mishima Zaibatsu, ritornando al potere.

Dopo Tekken 2: Modifica

Dopo il finale del Torneo di Tekken 2, Kazuya e Heihachi combatterono, ove Heihachi ne uscì vittorioso. Gettò il corpo di Kazuya privo di sensi nella bocca di un vulcano eliminandolo.

Tekken 3 Modifica

Tekken 3

10 anni dopo: Modifica

Dopo che Kazuya fu gettato nella bocca di un vulcano, non si sentì più parlare di lui. Nel frattempo, Jun ebbe un figlio che chiamò Jin Mishima. Jun fu attaccata pochi anni dopo da Ogre, il Dio della Lotta, e sparì. Nel frattempo, Jin crebbe e diventò un lottatore di karate, bravissimo nello stile Mishima. Jun si fidava di Heihachi, quindi un giorno, Jin, a quindici anni, decise di visitare il nonno. Mentre Heihachi. Quando Jin compié 19 anni, Heihachi annunciò i terzo torneo Tekken. Jin si era allenato diventando un professionista in modo da poter vendicare sua madre e uccidere Ogre. Mentre era alla ricerca del potere assoluto, Jin partecipò al torneo, mentre suo nonno notò che Jin possedeva gli stessi poteri di suo figlio Kazuya. Heihachi, allora, aspettando che Jin uccidesse Ogre, pianificò di ucciderlo, in modo da terminare con la linea di sangue maledetta dei Mishima.

Jin riuscì allora a sconfiggere il Dio, durante il torneo, quando Heihachi gli sparò un colpo in testa. Tuttavia, con l'influenza del Gene del Diavolo, Jin fuggì, anche se non aveva ricordo di questa trasformazione. I ricercatori di Heihachi raccolsero alcuni campioni di sangue di Ogre e dei suoi tessuti. Cercarono di creare una nuova forma di vita, combinando i geni di Heihachi e Ogre. Ciò risultò un fallimento.

Tekken 4 Modifica

Tekken 4

2 anni dopo: Modifica

Mentre cercava disperatamente Jin, Heihachi trovò una foto rappresentante un uomo tutto gonfio e pieno di ustioni, che non era altro che suo figlio Kazuya. Heihachi scoprì che la G Corporation, ditta di biotecnologia, aveva custodito il suo corpo. Decodificato il suo genoma, gli scienziati stava cercando di dargli un nuovo corpo. Heihachi ordinò ai soldati della Tekken Force di andare a recuperare i suoi resti prima che fosse troppo tardi. La missione si concluse con il fallimento della Tekken Force. Kazuya era resuscitato, vivo, con molta più potenza di prima, oltre ad essere molto più furioso. La Tekken Force era riuscita tuttavia a recuperare i dati del Gene del Diavolo.

Nel frattempo, Jin, disgustato dal tradimento di suo nonno, decise di non voler più nulla a che fare con i Mishima, rinnegando la sua famiglia e ribattezzandosi Jin Kazama. Si recò in Australia, a Brisbane, dove rielaborò il suo stile dimenticando quello Mishima. Heihachi, per recuperare il Gene del Diavolo, aveva bisogno di Jin o di Kazuya. Per attirarli, annunciò il quarto torneo Tekken. Jin e Kazuya decisero di partecipare, rispettivamente con le intenzioni, uno, di uccidere fine Heihachi, l'altro di porre fine alla famiglia Mishima.

Mentre Heihachi progettava di combattere Kazuya, mandò la Tekken Force a rapire Jin, e nonostante aver combattuto fino a perdere tutte le forze, non riuscì a liberarsi e venne portato alla sede della Zaibatsu. Annunciando la vittoria di Kazuya nel settimo round contro Jin, Kazuya sapeva benissimo che c'era suo padre dietro quella scomparsa improvvisa. Un imponente tempio in mezzo ad una foresta, di nome Honmaru, sede della Zaibatsu. Jin fu imprigionato e tenuto da forti catene.

Kazuya e Heihachi scoprirono che il Gene di Jin era più potente di quello di Kazuya, e Jin riuscì a battere il padre. Quando giunse il turno di Heihachi di essere battuto, sconfisse anche quest'ultimo, e quando stava per uccidere entrambi, un'allucinazione di Jun apparve a Jin, chiedendogli di non farlo. Jin allora, disse a Heihachi : << Ringrazia mia madre, Jun Kazama >> prima di volare via distruggendo il tetto del tempio, e lasciando suo padre e suo nonno incoscienti nel Honmaru.

Tekken 5 - Tekken 5: Dark Resurrection Modifica

Tekken 6 - Tekken 6: Bloodline Rebellion Modifica

Tekken 7 - Tekken 7: Fated Retribution Modifica

Altri giochi Modifica

Curiosità Modifica

  • Il nome ufficiale della serie, in inglese, è sempre scritto a lettere maiuscole (TEKKEN) e abbreviato come TK.
  • In giapponese, "Tekken" (Tek-ken) vuol dire "Pugno di Ferro".

Riferimenti Modifica

  1. Twitter_icon.png Katsuhiro Harada. https://twitter.com/Harada_TEKKEN/status/1230696020280897537. Twitter.
  2. Anna Williams, Bruce Irvin, Ganryu
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.